Il mio Amore per l'India ed il Ladakh

Un viaggio sul tetto del mondo alla ricerca di me stesso
E’ difficile pensare che un viaggio possa cambiarti: sono sempre stato scettico quando sento racconti di conoscenti che hanno fatto intesi percorsi spirituali in luoghi esotici.
Con tanta voglia di avventura sono partito per il Ladakh (nell’estremo nord dell’India) raggiungendolo via terra con i 4x4 da Delhy.
Giorno dopo giorno mi rendevo conto che l’India mi stava rubando l’anima. Come amavo dire ad i miei compagni di viaggio: “in India o è tutto sporco o è tutto pulito“. Un occidentale può lottare contro lo sporco oppure… lasciarsi andare a questa cultura così strana, amichevole e misteriosa.
Così ho iniziato a mangiare cibo contaminato, a bere di tutto e non formalizzarmi se le cose che compravo erano scadute da mesi, a sedermi per terra, a RESPIRARE la terra.

In questo modo è iniziato il mio viaggio interiore. No, non sono stati i monasteri buddisti, la preghiera alle 6.00 del mattino o le atmosfere mistiche che mi hanno cambiato.
Sono state le persone, la loro apparente povertà, la terra ed il rapporto che hanno con essa.
Perchè mi spiace dirlo ma molti di loro sono immensamente più ricchi di tanti occidentali. Non sto parlando di rupie o di euro ma di ciò che non puoi comprare. La ricchezza interiore.

Mio nonno soffriva il mal d’Africa, mio pare del mal d’America… io sto iniziando a manifestare i sintomi del mal d’India.

Percorso Avventura


Il Video di un viaggio incredibile

La Gallery di un viaggio incredibile in Ladakh

Un viaggio per alcuni versi estenuante verso Nord. Sulla mappa una volta lessi: Percorso sulla Manali – Leh Higway.
Non credevo che esistessero autostrade in Ladakh, ed infatti non mi sbagliavo: “Higw Way” era “Strada Alta”. Una mulattiera sull’Himalaya.

88x31

Ladakh: “quasi” Tibet

La regione del Ladakh, il cui capoluogo è Leh, è racchiusa tra le catene montuose del Karakorum e dell’Himalaya, e la sua popolazione, pari a 232.864 abitanti, si suddivide in buddhisti di scuola tibetana, che raggiungono poco più della metà, e musulmani di ramo sciita, con una piccola minoranza di induisti.
L’economia si basa sull’ agricoltura di sussistenza, con estese coltivazioni di orzo e di albicocche lungo il corso dei fiumi Indo e Zanskar.

Leh - Ladakh